top of page

Guida alle piante officinali per affrontare l'influenza.


Influenza stagionale e rimedi naturali

Influenza: come si manifesta.

Mal di gola, tosse, raffreddore, febbre: eccoci alle prese con la recrudescenza invernale dell’influenza. “Valentina, mi sono svegliata con il naso chiuso, probabilmente ho preso freddo ieri”. Ripenso ai bambini degli asili sovietici, messi a fare la pennichella in lettini posizionati all’aperto a -10°C, proprio per combattere le malattie e rafforzare il sistema immunitario… La causa di influenza e raffreddore non è il freddo ma virus altamente contagiosi. Certamente, in inverno tendiamo a cambiare meno l’aria, a frequentare uffici, aule, mezzi di trasporto chiusi e affollati, a stare meno all’aperto, in questo senso la diffusione dei virus influenzali è favorita. Quindi: facciamo pace col freddo e vediamo insieme come affrontare i sintomi dell’influenza.


La fitoterapia è un ottimo modo per ridurre la severità e la durata dell’influenza. Il valore dell’intervento fitoterapico precoce sta anche nel diminuire il rischio di superinfezioni batteriche, che porteranno molto probabilmente il nostro medico a prescriverci un antibiotico. Sappiamo però quanto sia importante limitare il più possibile la necessità di un antibiotico, alla luce del grave problema di antibiotico resistenza che stiamo affrontando.

Rimedi naturali contro l'influenza


Piante officinali contro i sintomi influenzali

Contro i sintomi influenzali abbiamo varie possibilità dal mondo delle piante officinali, in particolare:

Pelargonium sidoides: le sue radici per secoli sono state utilizzate in Sudafrica per il trattamento delle infezioni respiratorie e gastrointestinali. Attualmente numerosi studi clinici ne hanno dimostrato l’efficacia nel trattamento delle infezioni respiratorie virali e la sicurezza anche in età pediatrica (dai 12 mesi in su). In caso di bronchite acuta, rinite, faringite, laringite, si assiste ad una riduzione dei sintomi. L’estratto di radici di Pelargonium sidoides ha mostrato esercitare un’azione antimicrobica, inibente dell’adesione batterica e virale, oltre a supportare in generale la risposta immunitaria. Fra i rimedi naturali ad attività antinfluenzale è sicuramente quello che preferisco e, se mi hai contattato in un giorno di influenza, è molto probabile che te lo abbia consigliato.

Echinacea (spp. purpurea, pallida, angustifolia): sotto forma di tintura o di estratto secco, è una delle piante officinali con più storia e ricerca in materia di trattamento dei virus influenzali. Svolge una comprovata attività antinfiammatoria e antivirale, determinando inibizione su vari virus, fra cui quello dell’herpes e influenzale. Già nel 2006 erano 12 gli studi randomizzati in doppio cieco (1941 soggetti) in cui si osservava un effetto benefico dell’Echinacea nel ridurre la sintomatologia e la durata dei vari episodi da raffreddamento. “Ma io mi sono vaccinato contro l’influenza.” Bene, è utile ricordare uno studio del 2012 sull’utilità di un estratto standardizzato di Echinacea nel migliorare la risposta immunitaria conseguente a vaccinazione antinfluenzale.

Sambucus nigra: di ampio e documentato uso storico come pianta officinale della tradizione mediterranea, ha visto recentemente un significativo aumento degli studi sulla sua attività, complice anche la pandemia da coronavirus e la ricerca di soluzioni complementari anche nel mondo della fitoterapia. I frutti di Sambuco possiedono attività immunostimolante, antivirale e sono in grado di ridurre la durata dei sintomi influenzali. I fiori possiedono invece proprietà diaforetiche, diuretiche, debolmente antinfiammatorie e sono consigliati nel trattamento del raffreddore, sotto forma di tisana.


Piante officinali e rimedi naturali contro tosse, raffreddore, mal di gola.

Vediamo ora nello specifico alcune piante di supporto ai diversi sintomi:


Rimedi naturali contro la tosse

Tosse grassa: esistono vari rimedi per contrastare o eliminare il catarro bronchiale. Come espettoranti diretti risultano utili gli oli essenziali, che possono essere assunti per via orale sotto forma di sciroppi o perle. Una volta assorbiti nel tratto intestinale, vengono poi eliminati parzialmente per via polmonare, dove svolgono un effetto espettorante. Eucalipto, Timo e Pino condividono azioni espettoranti, antibatteriche, mucolitiche, antinfiammatorie e spasmolitiche e possono essere utilizzati anche in sinergia. Nell’uso degli oli essenziali è fondamentale evitare il fai da te, sono controindicati in gravidanza e sotto i 12 anni di età.

Tosse secca: per lenire lo stimolo irritativo sono indicate le piante contenenti mucillagini, in particolar modo trovo utile la polvere di radice di Altea, che svolge un’azione protettiva della mucosa faringea e della muscolatura tracheobronchiale. Non sarà troppo pratica da assumere (si prende a cucchiaini, sciolti in acqua, per chi si sposta durante il giorno può essere macchinoso), ma ripaga pienamente di ciò con la velocità dei risultati ottenibili.


Rimedi naturali contro il mal di gola

Mal di gola: l’estratto di riferimento è sicuramente quello idroalcolico di Propoli, sostanza prodotta dalle api a protezione del proprio alveare. Tradizionalmente la propoli è stata utilizzata per secoli come agente antimicrobico. Più recentemente questa attività è stata dimostrata in vitro, in vivo e anche in studi clinici contro batteri Gram-positivi e Gram-negativi, comprese specie farmaco-resistenti come lo Staphylococcus aureus resistente alla meticillina, l'Enterococcus resistente alla vancomicina e diverse specie di Streptococco. L'attività antifungina è stata segnalata anche contro diverse specie di Candida. Il meccanismo di azione antimicrobica più ampiamente accettato della Propoli è correlato al suo effetto sulla permeabilità della membrana, che può portare alla lisi cellulare e contribuire a ridurre lo sviluppo di resistenza agli antibiotici e agli antifungini. Un altro importante effetto biologico della propoli consiste nella sua capacità di modulare la risposta immunitaria, con un'azione antinfiammatoria e antiossidante.


Rimedi naturali contro il raffreddore

Raffreddore: nel trattamento della rinite virale è sicuramente di grande aiuto il Pelargonium sidoides, di cui abbiamo già parlato. A livello locale, per decongestionare la mucosa nasale, possono essere utili i tradizionali suffumigi di Camomilla, con aggiunta di oli essenziali ad azione mucolitica, come Pino mugo e Niauli. Quest’ultimo, ottenuto per distillazione dalle foglie di Melaleuca viridiflora, può anche esser utilizzato sotto forma di gocce nasali in soluzione al 2-5 % in olio vegetale.


Esistono tantissime altre piante officinali, vitamine, minerali, in grado di aiutarci nell’affrontare i sintomi dell’influenza. Cito giusto a titolo esemplificativo il ruolo dello Zinco, della Vitamina C, della Vitamina D, dei probiotici, della Quercetina, a cui ho dedicato un episodio del mio podcast. Capire quale “architettura” di rimedi sia la migliore per te fa parte del mio ruolo di naturopata. A partire dal colloquio naturopatico è possibile costruire insieme un percorso verso un benessere duraturo, che ti faccia affrontare con la minima perturbazione possibile l’inevitabile incontro con i virus che necessariamente vivono insieme a noi. Se vuoi, possiamo parlarne insieme in consulenza, in studio a Perugia, Roma, Città della Pieve (PG), oppure online.


dr.ssa Valentina Ganz, naturopata


Bibliografia:

Gaitonde DY, Moore FC, Morgan MK. Influenza: Diagnosis and Treatment. Am Fam Physician. 2019 Dec 15;100(12):751-758. PMID: 31845781.

Mousa HA. Prevention and Treatment of Influenza, Influenza-Like Illness, and Common Cold by Herbal, Complementary, and Natural Therapies. J Evid Based Complementary Altern Med. 2017 Jan;22(1):166-174. doi: 10.1177/2156587216641831. Epub 2016 Apr 6. PMID: 27055821; PMCID: PMC5871211.

Careddu D, Pettenazzo A. Pelargonium sidoides extract EPs 7630: a review of its clinical efficacy and safety for treating acute respiratory tract infections in children. Int J Gen Med. 2018 Mar 8;11:91-98. doi: 10.2147/IJGM.S154198. PMID: 29563828; PMCID: PMC5849386.

Di Pierro F, Rapacioli G, Ferrara T, Togni S. Use of a standardized extract from Echinacea angustifolia (Polinacea) for the prevention of respiratory tract infections. Altern Med Rev. 2012 Mar;17(1):36-41. PMID: 22502621.

Governa P, Romagnoli G, Albanese P, Rossi F, Manetti F, Biagi M. Effect of in vitro simulated digestion on the anti-Helicobacter Pylori activity of different Propolis extracts. J Enzyme Inhib Med Chem. 2023 Dec;38(1):2183810. doi: 10.1080/14756366.2023.2183810. PMID: 36916299; PMCID: PMC10026752.

Asgary S, Pouramini A. The Pros and Cons of Using Elderberry (Sambucus nigra) for Prevention and Treatment of COVID-19. Adv Biomed Res. 2022 Oct 31;11:96. doi: 10.4103/abr.abr_146_21. PMID: 36518861; PMCID: PMC9744084.

Capasso F, Grandolini, Izzo A.A, Fitoterapia. Impiego razionale delle droghe vegetali, Springer-Verlag Italia 2006.

186 visualizzazioni0 commenti
bottom of page